Indian Whisky

L’India è il più grande mercato del whisky al mondo, con circa 1,5 miliardi di litri
consumati per anno. Non si direbbe ma otto delle dieci più importanti marche di whisky per volume sono indiane, le due scozzesi, Johnnie Walker e Ballantine’s sono classificate al terzo e al decimo posto. Il whisky, importato in India nel XIX secolo, non è necessariamente prodotto a partire dai cereali, spesso si utilizza alcol neutro ottenuto dalla melassa o dalle essenze di whisky. Sono in aumento i produttori che sviluppano whisky ottenuti a partire dal 100% di cereali.Oggi molte distillerie di malto utilizzano alambicchi pot still: Amrut a Bangalore, Paul John e McDowell’s entrambi a Goa producono dei single malts che hanno ottenuto molti riconoscimenti per la loro qualità.